Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Amore… amori…

L’uomo era sorpreso dall’esistenza di Kin. La crudeltà dei tempi non aveva lasciato su di lei la benché minima traccia. Le condizioni in cui viveva facevano pensare che potesse procurarsi … Continua a leggere

gennaio 1, 2019 · Lascia un commento

L’abito di piume delle donne-angelo

Il mio paese sembrava esistere aggrappato ai lembi di terra risparmiati da un fiume. D’estate era un luogo abbastanza fresco, d’inverno invece faceva freddo e, sulle montagne vicine, nevicava molto. … Continua a leggere

dicembre 13, 2018 · 1 Commento

Maxence Fermine, “Neve”

Yuko Akita aveva due passioni. L’haiku. E la neve. L’haiku è un genere letterario giapponese. È una breve poesia di tre versi e diciassette sillabe. Non una di più. La … Continua a leggere

novembre 17, 2018 · 2 commenti

“Scrivere per Fukushima”…ricordi e sensazioni…

Serena Lavezzi, redattrice di un interessantissimo blog (https://pennedoriente.wordpress.com/) che consiglio di scorrere a tutti gli amanti della lettura (anche ai non particolarmente appassionati del mondo orientale), oggi ci parla di … Continua a leggere

novembre 13, 2018 · Lascia un commento

“Un amore devastante”

«La falce della luna in quella fine di novembre era soltanto un piccolo lucore bianco, come un fiore di rugiada sul vetro della finestra. Però sul mare rimaneva come un’idea … Continua a leggere

novembre 6, 2018 · Lascia un commento

Uno sguardo inedito sulla Corea del Nord: libri e letture

Ho appena letto un’interessante intervista di Serena Lavezzi (da leggere con attenzione e da gustare ogni parola del suo blog https://pennedoriente.wordpress.com/informazioni/) a Massimiliano Vitellaro, co-gestore del blog https://osservatoriocoreadelnordblog.wordpress.com/informazioni/ Uno sguardo … Continua a leggere

marzo 22, 2018 · 2 commenti

Camera segreta di un okiya

«Le maiko e le geiko facevano il bagno, si acconciavano i capelli e si truccavano secondo il costume. Poi arrivavano i vestitori, per aiutarle ad indossare gli abiti. Tutti i … Continua a leggere

novembre 2, 2013 · 2 commenti