Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Giovanni Gastel: quarant’anni di storia e immagini

img_9085

Il Palazzo della Ragione di Milano, luogo preposto per molte delle mostre fotografiche organizzate in città, ha dedicato un’interessante antologica – chiusasi domenica 13 novembre – al grande fotografo Giovanni Gastel. Ottima occasione non solo per conoscere meglio l’attività sterminata di questo poliedrico artista dell’obiettivo, ma anche per immergersi nel mood dei vari momenti storico-sociali rappresentati negli scatti che ricoprono circa quattro decenni.
Per un’appassionata di fotografia come me, un’occasione imperdibile per ammirare il lavoro di un significativo esponente di quest’arte dalle mille sfaccettature.
Giovanni Gastel, nato a Milano nel 1955, si avvicina alla fotografia negli anni Settanta iniziando un lungo periodo di apprendistato che, dopo una ventina d’anni, lo porterà a lavorare per la casa d’aste Christie’s.

img_9026

Ricordi d’infanzia

gastel-francescobertola_clubmilano18b-1050x700

Giovanni Gastel ritratto da Francesco Bertola

Nel 1981 incontra Carla Ghiglieri, una delle più influenti talent scout nel campo della fotografia, che diventa il suo agente e lo avvicina al mondo della moda, con il quale Gastel instaura una collaborazione che perdura ancora oggi.
Il suo impegno attivo nel mondo della fotografia lo avvicina anche all’Associazione Fotografi Italiani Professionisti, di cui è stato presidente dal 1996 al 1998. La consacrazione artistica avviene nel 1997, quando la Triennale di Milano gli dedica una mostra personale, curata da Germano Celant.

img_9030

Gli storici strumenti di lavoro

La fama di Gastel diventa ben presto internazionale e il suo nome appare nelle riviste specializzate insieme a quello di fotografi italiani quali Oliviero Toscani, Giampaolo Barbieri, Ferdinando Scianna, o affiancato a quello di Helmut Newton, Richard Avedon, Annie Leibovitz, Mario Testino e Jürgen Teller. Nel 2002, nell’ambito della manifestazione “La Kore Oscar della Moda”, ha ricevuto l’Oscar per la fotografia. Attualmente è Presidente dell’Associazione Fotografi Italiani Professionisti e membro permanente del Museo Polaroid di Chicago.
Molte le mostre a lui dedicate, a Milano, Venezia, New York, Parigi e altrettanti i libri pubblicati di poesia, l’altra sua grande passione.

img_9028

Poesia e illustrazione di Giovanni Gastel

Pur vivendo tra Milano e Parigi e lavorando in un contesto internazionale, continua ad affermare e sostenere il made in Italy, con quell’ironia e quel gusto raffinato per una composizione equilibrata che da sempre lo contraddistinguono.
Sulle pareti e nelle teche si susseguono le foto di moda, i ricordi, le copertine delle più famose riviste, le foto per le campagne pubblicitarie: una “scrittura per immagini” esibita in insiemi per serie che costituiscono una sorta di narrativa che si muove tra fashion e design, still life e ritratto, con un uso del tutto personale della luce e tanto colore ovunque.

img_9050
Come spiegato dall’assessore alla Cultura Filippo Del Corno: “Questa esposizione permette di tracciare il cammino stilistico dell’artista, la sua formazione anche teatrale, il suo rapporto mai interrotto con la poesia e il legame profondo con il mondo della moda e del design, chiudendo così il cerchio di un percorso artistico che ha nel talento creativo e nel dialogo tra le arti il suo punto di equilibrio più profondo”.
Trattandosi di un fotografo, quale modo migliore che lasciar parlare la sua stessa opera? Ecco una piccola selezione del materiale esposto.

colore-assoluto

Colore assoluto, “Donna”, Settembre 1987

img_9057

Le artiste, Elle Italia, Settembre 2006

img_9061

Chopard, 2002

img_9032

Krizia, 1984

img_9053

Animalish, Madame Germany, Marzo 1996

img_9051

Tencel, 1997

img_9065

Piccole gioie, Elle Italia, Novembre 2005

img_9078

Prenatal, 2003-2005

img_9070

Piero Lissoni, Recent Architecture, 2010

img_9079

Storie di living, “Elle Decor”, Aprile 2013

img_9081

Chantelle Winnie, “Glamour”, Giugno 2015

angeli-caduti

Angeli caduti, 2015

siti

Annunci

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 14, 2016 da in Fotografia, Mostre con tag , , , , , .
Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

maplesexylove

_Fall in love with style_

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

galadriel2068

emozioni, racconti e polvere... o stelle

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Photo

usa gli occhi..

Paturnie e altre pazzate

Parole fatte a pezzi. Parole come pezzi. Di me. Io: patchwork in progress.

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

life to reset

drifting, exploring, surviving

hinomori

Fuoco e ghiaccio

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: