Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Yuki Matsuri: il festival delle sculture di ghiaccio

Sapporo Yuki Matsuri (さっぽろ雪まつり) o semplicemente Yuki Matsuri è un famoso festival che viene organizzato ogni anno, dal 1950, nella città giapponese di Sapporo (nell’isola di Hokkaido) e dedicato alle sculture di neve e ghiaccio.
Si svolge sempre intorno ai primi giorni di febbraio e dura circa 6 o 7 giorni (quest’anno è iniziato il 5 e terminerà l’11). Attualmente i luoghi principali conosciuti per ospitare questo straordinario ed affascinante festival sono l‘Odori Park (大通公園), i quartieri di Susukino (すすきの) e Tsudome (つどーむ). Si tratta di uno dei principali eventi della stagione invernale in Giappone e i turisti ogni anno sono davvero tantissimi, se ne contano addirittura circa 2 milioni!

Le origini di questo evento risalgono all’anno 1950, quando un gruppo di sei studenti costruì nell’Odori Park sei sculture di neve. I mass media diedero ampio risalto all’iniziativa, che fu accolta con grande entusiasmo dalla popolazione perchè in quel periodo rappresentava un’occasione creativa e nuova per risollervarsi dalla difficile atmosfera del dopo guerra, che ancora c’era, dopo cinque anni, in Giappone.
Fu però solo nel 1955 che cominciarono a vedersi delle massiccie e grandi sculture di neve, realizzate dalle Forze di Autodifesa del Giappone della vicina base Makomanai, enormi sculture per cui oggi il Festival è famoso.

Come già detto, oggi il Festival della Neve o Yuki Matsuri è diventato uno dei più grandi eventi invernali di tutto il Giappone.
Tantissimi visitatori hanno visitato Sapporo, nelle precedenti edizioni, per vedere le centinaia di statue di neve e sculture di ghiaccio al Parco Odori e nei quartieri Susukino. Per rendere ancora più bello ed entusiasmante l’evento si organizza ogni anno anche un concorso dove squadre si sfidano nella creazione di spettacolari statue di ghiaccio e neve; pensate che addirittura nel 2008 hanno partecipato 14 squadre provenienti da varie regioni del mondo.
Il tema delle statue cambia ogni anno, ad esempio nel 2004 il tema è stato quello dello sport e molte sono state le statue dedicate a Hideki Matsui, famoso giocatore di baseball. Inoltre, ogni anno le statue vengono posizionate in un percorso a tappe dove ogni tappa è costituita anche da alcuni piccoli eventi e spettacoli musicali. Inoltre i visitatori possono anche godere di esposizioni con una grande varietà di prodotti tipici provenienti da tutta Hokkaido come frutti di mare, patate, mais e prodotti caseari freschi.

I luoghi dove principalmente avviene la manifestazione sono:
Parco Odori (大通公園), il parco cittadino dove tutto ebbe inizio. oggi è il centro principale dove si svolge lo Yuki Matsuri, che si estende per tutto il parco, in uno spazio di 1.5 Km di lunghezza.
Susukino (すすきの), il principale centro dei divertimenti della città dove è possibile osservare ogni anno centinaia di sculture.
Sapporo Community Dome (札幌コミュニティドーム), un palaghiaccio di 17.868 metri quadrati chiamato anche Tsudome. In questo luogo è possibile ammirare altre numerose sculture, anche se di dimensioni ridotte.

Ogni anno il numero delle statue è di circa 400 se non di più; infatti nel 2007 sono state create 307 statue nel Parco Odori, 32 nel sito Satoland e 100 nei quartieri Susukino.
Il miglior posto per vedere tutte queste meravigliose creazioni è la TV Tower, situata nel Parco Odori. Inoltre la sera le statue vengono illuminate e ciò rende più magico e suggestivo questo, già unico, avvenimento.

Tratto da: http://sakuramagazine.com

classifica

Annunci

Un commento su “Yuki Matsuri: il festival delle sculture di ghiaccio

  1. L'angolino di Ale
    febbraio 24, 2015

    Sono vere e proprie opere d’arte!

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il febbraio 8, 2015 da in Giappone, Oriente con tag , , , , , , , , , .
Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

maplesexylove

_Fall in love with style_

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO, ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Orizzonti

blog di viaggi

galadriel2068

emozioni, racconti e polvere... o stelle

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Photo

usa gli occhi..

Paturnie e altre pazzate

Parole fatte a pezzi. Parole come pezzi. Di me. Io: patchwork in progress.

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

life to reset

drifting, exploring, surviving

hinomori

Fuoco e ghiaccio

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: