Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

The Very Inspiring Blogger Award – Ma davvero “ispiro”…?

La nomination è arrivata da Lei, il cucciolo di iena, sfuggente e inquietante, come una Monna Lisa 2.0 o una Musa di De Chirico. Da Lei, l’appuntamento delle 17.17, con il suo romantico sarcasmo che cela una lacrima dietro il ghigno. Lei “Quello che non vedi” http://17e17.wordpress.com
Grazie, mia adorata, che affermi: “345 tweet mi pesano meno di un articolo mediamente lungo” e che, nonostante questo, nonostante i miei articoli siano spesso ben più che “mediamente lunghi”, mi hai incluso nella tua Top Fifteen.
Ma assieme agli onori arrivano anche gli oneri. E in questo caso non sono di poco conto. Le regole del premio, infatti, sono le seguenti:
1. Ringraziare il/la blogger che vi ha nominato.
2. Elencare le regole e visualizzare il logo del premio.
3. Condividere 7 fatti su di voi.
4. Nominare 15 blogger e notificargli la nomination.

Punti 1 e 2: compito assolto.

Punto 3: da qui ripasso dopo, perché non mi piace parlare di me. No, non mi piace. E che dire poi?
Ok, ripasso dopo.

Punto 4: 15 blogger per me sono tanti, perché ho pochi blogger “amici” qui su WordPress, pur seguendone molti. Quindi forse non arriverò a questo numero, ma alcuni di quelli che segnalo sono a me molto cari e, soprattutto, tutti meritano attenzione, ciascuno per la sua unicità e diversità. Eccoli:
http://www.modeide.it
http://veliaergoest.blogspot.it
http://www.wolfghost.com
http://tuttotace.wordpress.com
http://lachimicadellelettere.wordpress.com
http://salteditions.wordpress.com
http://unagiovinedibellespes.wordpress.com
http://ilmiokiver.wordpress.com
http://strangethelost.wordpress.com
http://tanzaku.wordpress.com
http://paroledidanza.wordpress.com
http://ludmillart.wordpress.com
http://alpeggiononcemaifine.wordpress.com
and last, but not least
http://17e17.wordpress.com (ebbene sì, ti tocca, ancora)

Punto 3: alla fine ci sono arrivata. Le sette cose su di me…
1. A 9 anni ho avuto una grave malattia da cui sembrava non mi sarei più ripresa. Purtroppo (per voi) ce l’ho fatta. Magari non del tutto ☺
2. Ho baciato il primo ragazzo a 14 anni. Era belga e si chiamava Josh. Mi piaceva da morire, ma quando mi ha baciato gli ho detto: “Stupid”. Mi chiedo ancora il perché.
3. A scuola ero invitata alle feste della buona borghesia, e anche più su. In realtà facevo comunella con le fighe, tutte trucco tacco 12 e Baia degli Angeli. La doppia anima, angelo e demone. Non sono cambiata molto.
4. Fra i 10 e i 13 anni ho provato per tre volte a studiare da autodidatta il tedesco (lingua che non sopporto, ma allora andavo in campeggio al lago ed erano quasi tutti tedeschi): ho imparato qualche parola, e basta. Adesso sono tre anni che cerco di studiare giapponese, sempre da autodidatta, imperterrita. Ovviamente non ci riesco.
5. Sono arrivata alla mia notevole età per rendermi conto di aver amato, o di essermi infa(r)tuata, di due uomini totalmente fuori dagli schemi. Se ve lo raccontassi non ci credereste. Quindi non lo racconto. Ma loro mi hanno fatto capire una volta di più perché ho sempre “cantato fuori dal coro”.
6. Da un mese ho un nipotino italo/giapponese. Si chiamo Kento (che significa persona forte, potente). Visto il mio amore per il Giappone, ne sono molto orgogliosa.
7. Sono salita una sola volta su di un palcoscenico. Anzi, a dire il vero sono due, ma la seconda mi fa troppo ridere: Miss Hotel a Ibiza. E mi fermo qui. La volta seria, invece, avevo sette anni ed era una recita di carnevale. Io e la mia compagna di classe interpretavamo Pierino e Pierina, entrambe con grembiulone, uno a quadretti bianchi e azzurri e uno bianchi e rosa, fiocco in tinta e ciuccio appeso al collo. Io ero Pierino (la peste). Ci scambiavamo battute divertenti, con le mani intrecciate dietro la schiena e dondolandoci da un piede all’altro. La nostra scenetta è stata quella che ha avuto gli applausi più grandi. Allora non ero timida, anzi, ero quasi scatenata a scuola. Allora… Poi ha iniziato a terrorizzarmi anche un semplice microfono. Carriera stroncata.

Annunci

6 commenti su “The Very Inspiring Blogger Award – Ma davvero “ispiro”…?

  1. ludmillarte
    luglio 17, 2014

    stavo giusto leggendo il post che mi è giunta comunicazione. grazie davvero e complimenti 🙂

    Mi piace

  2. tuttotace
    luglio 18, 2014

    Grazie di cuore per la nomination! Sto trascurando il blog in questo periodo, mi hai dato una spinta 🙂 e complimenti a te per il tuo blog fantastico e le risposte che hai dato! E colgo anche l’occasione per ringraziarti ancora per leggermi davvero e la sensibilità con cui twitti ciò che scrivo. Buona giornata!

    Mi piace

    • ilpadiglionedoro
      luglio 18, 2014

      Grazie per i complimenti, che ricambio: mi piace quello che scrivi e come lo scrivi. Dal dolore spesso nasce amore, e bellezza. Buona giornata a te 🙂

      Mi piace

  3. wolfghost
    luglio 22, 2014

    Fantastico! Questo è uno dei migliori post per parlare di sé stessi che abbia mai letto! 😀 Sei stata bravissima a cogliere l’occasione 😉 E… il premio è meritatissimo, il tuo è uno dei migliori blog tematici che conosca. Forse, proprio perché tematico, non troverà l’interesse di tutti, ma credo che nessuno possa ribattere sulla sua indubbia qualità 😉
    Il trasloco è andato, ma la Telecom mi ha lasciato senza linea e chissà quando la rivedrò. Mi arrangio con una chiavetta comprata al volo 🙂
    Un caro saluto!

    http://www.wolfghost.com

    Mi piace

    • ilpadiglionedoro
      luglio 24, 2014

      Caro Francesco, grazie per i complimenti che spesso mi rinnovi. Sono sempre graditissimi e un potente sprone a portare avanti il blog.
      In bocca al…lupo 🙂 per Telecom: i rapporti con le compagnie telefoniche sono per tutti molto tormentati!
      Un abbraccio.

      Mi piace

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il luglio 17, 2014 da in Manuela racconta con tag , , , , .
Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

Cap's Blog

La musica ha inizio dove finiscono le parole

Italo Kyogen Project

伊太郎狂言プロジェクト

Mr.Loto

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

Penne d'Oriente

Giappone, Corea e Cina: un universo di letture ancora da scoprire!

Memorie di una Geisha, multiblog internazionale di HAIKU di ispirazione giapponese

Ci ispiriamo agli antichi maestri giapponesi che cantarono la bellezza della natura e del cosmo, in 17 sillabe che chiamarono HAIKU

Il fiume scorre ancora

Blog letterario di Eufemia Griffo

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO, ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Orizzonti blog

blog di viaggi

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

Sakura No Hana...

Composizioni in metrica giapponese

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: