Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Hello Boys! The Kings of the Dance are back!

Il mondo della danza è in fermento: Marzo 2014 è il mese dei Re.
Dal 19 al 22 marzo si terrà a Londra una nuova edizione dello spettacolo “Kings of the Dance” e quest’anno, in particolare, in Italia se ne fa un gran parlare.
Per la prima volta, infatti, un ballerino italiano è stato invitato a partecipare….lui —–>

che si è guadagnato anche la copertina di The Times.

IMG_7364

“Kings of the Dance” è stato ideato da Ardani Artists, agenzia fondata nel 1990 da Sergei e Gaiane Danilian, due fra i più innovativi produttori e impresari artistici operanti negli Stati Uniti. Oltre alle loro molteplici produzioni in tutto il mondo e collaborazioni con i più importanti teatri e famosi danzatori e danzatrici, nel 2006 lanciarono “Kings of the Dance” al Segerstrom Center for the Arts (California) e, in seguito, al New York City Center.
L’idea innovativa di questo spettacolo, unico nel suo genere, è quella di riunire sullo stesso palcoscenico un gruppo di danzatori, solo maschi (salvo la presenza, per rarissime esigenze di programma, di una ballerina), scelti fra i migliori nel panorama coreutico internazionale. Si sono alternati, infatti, nel corso delle varie edizioni, ballerini del calibro di Marcelo Gomes, Jose Manuel Carreno, David Hallberg, Desmond Richardson, Joaquin de Luz, Guillaume Coté, Denis Matvienko, Nikolay Tsiskaridze, Ivan Vasiliev, Angel Corella, Ethan Stiefel, Johan Kobborg. E forse ne ho dimenticato qualcuno.
I coreografi prediletti sono stati, negli anni, Frederick Ashton, Leonid Jacobson, Nacho Duato, Roland Petit, David Fernandez, Adam Hougland, Boris Eifman, Christopher Wheeldon, Igal Perry, Dwight Rhoden, Adam Hougland, David Fernandez.

Ethan Stiefel, Johan Kobborg, Nikolay Tsiskaridze, Angel Corella (2006)

Dopo il debutto in California e a New York nel 2006, i Kings si sono esibiti nelle seguenti tournée:

2007:
Mosca (Russia), Bolshoi Theatre
San Pietroburgo (Russia), Mariinsky Theatre
Perm (Russia), State Opera and Ballet Theatre

Marcelo Gomes e Guillaume Coté

2008:
Novosibirsk (Russia), Opera House
Yekaterinburg (Russia), Cosmos Concert Hall
Cheliabinsk Russia), Opera House
Ufa (Russia), Opera House
Kiev (Russia), National Opera House
Odessa (Russia), Opera House

Joaquin De Luz, David Hallberg, José Manuel Carreno, Nikolay Tsiskaridze (2008)

2009:
Mosca (Russia), Stanislavsky Musical Theatre
San Pietroburgo (Russia), Mikhailovsky Theatre
Rostov (Russia), Musical Theatre
Krasnodar (Russia), Musical Theatre
Chelyabinsk (Russia), Opera House
Riga (Lituania), Opera House
Tallin (Estonia), Nokia Concert Hall
Kiev (Ucraina), Ukrainian National Opera
Odessa (Ucraina), Opera House

José Manuel Carreno

2010:
Los Angeles (USA), Ahmason Theatre
New York (USA), City Center

Alina Cojocaru e Angel Corella (prove)

2012:
Novosibirsk (Russia), Opera House
San Pietroburgo (Russia), Mikhailovsky Theatre
Kiev (Ucraina), Opera House
Buenos Aires (Argentina), Teatro Coliseo

Quest’anno il “Kings of the Dance” debutta nella vecchia Europa: il London Coliseum ospiterà cinque famosissimi danzatori, accompagnati da una altrettanto nota ballerina.
Oltre al nostro Roberto Bolle, Etoile del Teatro Alla Scala e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York, vedremo sul palcoscenico Marcelo Gomes e Ivan Vasiliev (Principals ABT), Denis Matvienko (Principal del Mariinsky Ballet di San Pietroburgo), Leonid Sarafanov (Principal del Mikhailovsky Ballet di San Pietroburgo) e Svetlana Lunkina (fino allo scorso anno Etoile del Bolshoi di Mosca, ora al National Ballet del Canada).
Questi virtuosi della danza si esibiranno in sette pezzi tratti da coreografie di Roland Petit, Patrick De Bana, Nacho Duato, Marco Goecke, Marcelo Gomes e Massimiliano Volpini.
Ecco il programma, così come riportato sul sito dell’English National Opera:

ACT ONE
REMANSO – 
Music: Enrique Granados
 – Choreographer: Nacho Duato
 – Set and Costumes: Nacho Duato – 
Lighting Design: Brad Fields
 – Staging: Tony Fabre
 – Organization and Production: Carlos Iturrioz – Media Producciones SL (Spain)
© Nacho Duato. All Rights Reserved
First performance: 1997, American Ballet Theater, New York
Performed by 
Leonid Sarafanov, Denis Matvienko, Marcelo Gomes

INTERMISSION

ACT TWO
LE JEUNE HOMME ET LA MORT
 – Music: Johann Sebastian Bach, Passacaglia in C Minor, BWV 582 – 
Libretto: Jean Cocteau – Choreography: Roland Petit – Staging: Luigi Bonino – Lighting: Jean-Michel Desire – Set: Georges Wakhevitch – Costumes: Karinska – Set: courtesy of English National Ballet
First performance: 1946, Les Ballets des Champs-Elysees, Paris
Performed by
 Ivan Vasiliev (March 19, 21), Roberto Bolle (March 20, 22)
, Svetlana Lunkina (March 19-22)

INTERMISSION

ACT THREE
PROTOTYPE
 – Music by Piero Salvatori produced by Fausto Dase
 – Concept and Choreography by Massimiliano Volpini
 – Costumes by Roberta Guidi di Bagno made by Sartoria Farani
 – Co-directed by Avantgarde Numerique and XCHanges Vfx Design
 – Visual effects by XCHanges VFx
Performed by Roberto Bolle

Morel et Saint-Loup from ballet PROUST – Music: Gabriel Faureé – Choreography: Roland Petit – 
Staging: Luigi Bonino
First performance: 1974, National Ballet of Marseille
Performed by Denis Matvienko, Marcelo Gomes

TUE – 
Music by Barbara (Songs: Drout, Sid’ amour a mort) – Choreography by Marco Goecke – 
Assistant to Choreographer: Rolando D’Alesio
Performed by Leonid Sarafanov

LABYRINTH OF SOLITUDE – 
Music by Tomaso Antonio Vitali
 (Ciaconne in G Minor for Violin and Piano) – 
Choreography by Patrick De Bana
Performed by Ivan Vasiliev

KO’d – Music by Guillaume Côté
 (Piano Sonata no. 4 in F# minor) – Choreography by Marcelo Gomes
Performed by
 Marcelo Gomes, Roberto Bolle, Denis Matvienko, 
Ivan Vasiliev, Leonid Sarafanov

Non mi resta che attendere pochissimi giorni, tenere a freno l’eccitazione e la gioia per avere la possibilità di assistere a questa grande esibizione di sabato 22 e darvi appuntamento ai giorni successivi per il racconto (e spero anche qualche foto) della serata e delle emozioni che non mancheranno di imprimersi forti e vivide negli occhi e nel cuore.

A presto! Stay tuned!

Selfie di Roberto Bolle (Instagram)

Selfie di Roberto Bolle (Instagram)

web

Annunci

2 commenti su “Hello Boys! The Kings of the Dance are back!

  1. Agnese
    marzo 14, 2014

    Bravaaaaa! Aspetto con ansia la tua recensione dopo lo show! ❤️👍😘

    • ilpadiglionedoro
      marzo 14, 2014

      Grazie 🙂 Sarà un piacere ricordare momenti ancora una volta indimenticabili e condividerli con chi vorrà leggere.

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

maplesexylove

_Fall in love with style_

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO, ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Orizzonti

blog di viaggi

galadriel2068

emozioni, racconti e polvere... o stelle

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Photo

usa gli occhi..

Paturnie e altre pazzate

Parole fatte a pezzi. Parole come pezzi. Di me. Io: patchwork in progress.

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

life to reset

drifting, exploring, surviving

hinomori

Fuoco e ghiaccio

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: