Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Camera segreta di un okiya

mineko_iwasaki

Mineko Iwasaki, l’autrice del libro e colei che ispirò il capolavoro Memorie di una geisha

«Le maiko e le geiko facevano il bagno, si acconciavano i capelli e si truccavano secondo il costume.
Poi arrivavano i vestitori, per aiutarle ad indossare gli abiti. Tutti i nostri vestitori venivano da Suehiroya. Quasi tutti erano maschi e costituivano l’unica eccezione al divieto assoluto per gli uomini di entrare nelle camere dell’okiya. Potevano spingersi non più in là della stanza per la vestizione del secondo piano.
Il lavoro del vestitore richiede una grande professionalità e necessita di anni di formazione. Lavorare con un professionista è di grande importanza per il successo di una geiko

Maiko /Geiko

Maiko

«L’equilibrio è fondamentale. Per esempio, quando feci il mio debutto come maiko pesavo trentacinque chili, il mio kimono venti. Dovevo tenere tutto in equilibrio su sandali alti quindici centimetri. Un solo dettaglio fuori posto avrebbe causato un disastro.
I kimono sono sempre indossati con sandali di legno o pelle. Gli okobo, sandali di legno simili a zoccoli alti quindici centimetri, sono una parte fondamentale dell’abbigliamento di una maiko. L’altezza dei sandali serve a controbilanciare le coe pendenti del lungo obi delle maiko.
E’ difficile camminare con gli okobo, ma l’andatura leziosa che conferiscono è considerata una parte del fascino di chi li indossa.
Le maiko e le geiko portano sempre tabi bianchi. L’alluce dei tabi è separato dalle altre dita, come nelle muffole, così si può tenere la presa sui sandali più facilmente. Usiamo calzini più piccoli di una misura che donano al piede una linea netta e graziosa.»

Mineko Iwasaki Geisha

Mineko Iwasaki all’età di sei anni con un’insegnante

Geiko: geisha che trattano gli ospiti con ospitalità cantando, ballando e suonando lo shamisen.
Maiko: sono le geiko tirocinanti

Mineko Iwasaki, Storia proibita di una geisha

2 commenti su “Camera segreta di un okiya

  1. Eufemia
    novembre 3, 2013

    Che articolo interessante mia cara,
    un mondo che mi affascina sempre tantissimo.
    Un abbraccio affettuoso,
    Eufemia

    "Mi piace"

  2. ilpadiglionedoro
    novembre 3, 2013

    Grazie Eu, è sempre una gioia leggere i tuoi commenti.
    Questo libro è davvero molto interessante: ad ogni pagina uno svelarsi di piccoli grandi segreti sull’educazione rigidissima delle geiko. Affascinante.
    Un abbraccio a te.

    "Mi piace"

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

Cap's Blog

La musica ha inizio dove finiscono le parole

Italo Kyogen Project

伊太郎狂言プロジェクト

Mr.Loto

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

Penne d'Oriente

Giappone, Corea e Cina: un universo di letture ancora da scoprire!

Memorie di una Geisha, multiblog internazionale di HAIKU di ispirazione giapponese

Ci ispiriamo agli antichi maestri giapponesi che cantarono la bellezza della natura e del cosmo, in 17 sillabe che chiamarono HAIKU

Il fiume scorre ancora

Blog letterario di Eufemia Griffo

Arte&Cultura

Arte, cultura, beni culturali, ... e non solo.

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO, ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Orizzonti blog

blog di viaggi

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

Sakura No Hana...

Composizioni in metrica giapponese

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: