Il padiglione d'oro

… è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo … (A. Baricco)

Greta Manzato: piccole étoile crescono

Oggi mi fa piacere dedicare un breve articolo ad una giovanissima ballerina, nata nella mia cittadina, Villafranca di Verona, che ha intrapreso fin da piccolissima la “carriera” coreutica e che sta ottenendo risultati strabilianti.
In questi casi si dice: “E’ una promessa della danza!”.
Riprendo le parole di alcuni articoli apparsi sulla stampa locale, augurandomi che in un futuro non lontano si inizi a parlare di lei anche in modo più ampio.
La carriera della giovanissima ballerina è iniziata a sei anni presso il CEA di Villafranca, dove era seguita da Simonetta Andreata. Già nel 2009 passò una selezione per rappresentare la Royal Accademy londinese in fiera a Firenze. L’anno successivo decise di trasferirsi nel trevigiano per frequentare la scuola “Il Balletto” di Castelfranco Veneto, sotto la direzione di Susanna Plaino e con il maestro Elias Garcia Herrera.

Durante-un-concorso-C

Greta Manzato durante un concorso

Alla Milano Dance Competition ha portato a casa un eccezionale risultato, classificandosi 2° come solista e 1° nell’esibizione di gruppo. In questa occasione si è guadagnata l’ammissione alla Bolshoi Academy di Mosca ed una borsa di studio per uno stage presso l’Opera Moldava di Chisinau in Moldavia.
Ma non è finita: nel 2011 è passata alle qualificazioni di Parigi, che l’hanno portata a New York, dove ha partecipato al concorso nazionale di danza YAGP.
Il 26 maggio 2012 ha partecipato alla serata al Teatro Filarmonico di Verona, nell’ambito de “Il sorriso di Beatrice”, dove è stata premiata per i risultati conseguiti come ballerina di danza classica.

Anche quest’anno sono fioriti successi e riconoscimenti per la giovane danzatrice.
Al concorso “Progetto/Danza” di Castelfranco Veneto, svoltosi il 16 e il 17 marzo, Greta ha vinto il secondo premio “Solisti Classico Junior” e una borsa di studio per il Nuovo Balletto di Roma.
Dal 25 al 28 aprile ha partecipato a Riga, in Lettonia, al “IX Riga Spring Competition”, dove si è classificata al primo posto nella categoria “Solista Classico Scuole Professionali Donne 12-14 anni”.
La scuola “Il Balletto” di Castelfranco si è aggiudicato quest’anno il “Premio Internazionale di Danza Classica Maria Antonietta Berlusconi”, con sei solisti in finale ed una coreografia.

E’ stato infatti premiato il coreografo Massimiliano Volpini per “Tutti in quinta” e la nostra Greta Manzato ha ottenuto il secondo posto nella categoria “Juniores” ed una borsa di studio per l’Accademia Principessa Grace di Monaco, dove si trova proprio in questi giorni.
La competizione si è svolta il 27 maggio, presso il Teatro Manzoni di Milano, dove 57 ballerini dagli 11 ai 14 anni, suddivisi in quattro categorie, si sono esibiti e sono stati giudicati da una giuria internazionale di altissimo livello artistico, guidata da Roberto Fascilla e presieduta da Silvio Andrea Beretta, con l’organizzazione di Gisella Zilembo Eventi Danza. Madrina della serata Rossella Brescia.
Fra gli applausi scroscianti si è chiuso il sipario su questi giovanissimi ed entusiasti ballerini, promesse della danza che, seppur ancora così giovani, ben sanno che solo lavoro, costanza e impegno quotidiano possono portare a conseguire risultati di grande soddisfazione.

Mab-1-C

La premiazione di Greta al MAB di Milano

Greta-a-Montecarlo-C

Greta a Montecarlo

Venerdì 17 luglio Greta partirà per Londra, dove parteciperà per due settimane alla Royal Ballet Summer School.
Alla nostra villafranchese Greta vanno i più grandi auguri, dal profondo del cuore, per una prossima carriera da stella luminosissima.

sito internet

Annunci

3 commenti su “Greta Manzato: piccole étoile crescono

  1. steve massa
    luglio 11, 2013

    complimenti a questa brava e prodigiosa ballerina

  2. giorgio manzato
    luglio 20, 2013

    Buon giorno,io sono lo zio di Greta,volevo ringraziare per l’attenzione a questi giovani artisti. Molto bello l’articolo,l’unica cosa che andrebbe modificata è la foto della ragazzina con la medaglia in mano che non è mia nipote Greta. Se possibile,gradirei mandarle una sua foto da sostituire a quella sopra indicata. Grazie ancora.

    • ilpadiglionedoro
      luglio 20, 2013

      Grazie Giorgio per essere passato tra queste pagine e per il commento. Ma grazie soprattutto per la precisazione. Non conosco personalmente Greta e, cercando sul web alcune foto, quella errata era riportata col suo nome. O forse ho frainteso io. Bisogna assolutamente inserire la foto corretta, quindi le sarei molto grata se me ne inviasse una o anche due a mezzo e-mail. Le scrivo così avrà il mio indirizzo. Ancora grazie e un grande in bocca al lupo a Greta!

I vostri pensieri

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Picture live

Vivir con amor

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

mammacomepiove!

Donna. Mamma. Sognatrice. In proporzioni variabili.

La poesia di un arabesque

"La danza è il linguaggio nascosto dell'anima" Martha Graham

maplesexylove

_Fall in love with style_

Polvere o stelle

racconti, emozioni e pensieri danzanti

IO ME E ME STESSA

Per andare nel posto che non sai devi prendere la strada che non conosci

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

galadriel2068

emozioni, racconti e polvere... o stelle

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

L'angolino di Ale

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Photo

usa gli occhi..

Paturnie e altre pazzate

Parole fatte a pezzi. Parole come pezzi. Di me. Io: patchwork in progress.

DANZA/DANZARE

considerazioni, training, racconti

Di acqua marina di Lucia Griffo

Just another WordPress.com site

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

jalesh

Just another WordPress.com site

Cetta De Luca

io scrivo

filintrecciati

Just another WordPress.com site

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

life to reset

drifting, exploring, surviving

hinomori

Fuoco e ghiaccio

Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: